Comune di Tuili

via Matteotti 4 - 09029
Tel: 070 9364481 - E-mail

paludefiorita

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Servizi Sociali

Responsabile del Servizio: Assistente Sociale Alessandro Pilloni 

Responsabile del Procedimento: Assistente Sociale Alessandro Pilloni

Tel. 0707346787

E - mail: sociale@comune.tuili.vs.it  -  P.E.C: areaamministrativa.tuili@pec.comunas.it

 

 

Il Servizio Sociale è una meta - istituzione del sistema organizzato delle risorse sociali e una disciplina di sintesi che, attraverso il lavoro professionale dell’assistente sociale rivolto a individui, famiglie e gruppi in situazioni problematiche di bisogno, concorre:

 

alla rimozione delle cause del bisogno, infatti, ne ricerca la soluzione tramite un rapporto interrelazionale e l’uso delle risorse personali e sociali indirizzati a promuovere la piena e autonoma realizzazione delle persone;

·         a facilitare il rapporto cittadino - istituzioni;

·         a collegare il bisogno dei singoli al sistema dei servizi e viceversa e contribuisce ai processi di modifica delle istituzioni prevalentemente considerate nell’ambito dei servizi sociali».


Il Servizio Sociale è un punto di riferimento per i bisogni di tutta la popolazione residente sul territorio: l’attenzione non è solo alla "patologia", ma alla ricerca sui bisogni, all’organizzazione di servizi e al coordinamento delle risorse per una migliore qualità della vita della comunità.

 

Il Servizio Sociale ha come obiettivo quello di aiutare la persona o la collettività a risolvere i problemi attraverso il cambiamento delle situazioni usando le capacità delle persone coinvolte e le risorse disponibili.
Gli obiettivi (generali o specifici, tesi ad un cambiamento a livello individuale, collettivo, istituzionale e delle politiche sociali) vengono scelti in base ai mezzi, alle risorse, in base alle conoscenze teoriche sull’uomo e sulla società, in base ad alcuni valori guida.

 

Dal 5 giugno 2014, ai sensi della Deliberazione del Consiglio Comunale n. 12/2014, le prestazioni, servizi ed interventi del Servizio Sociale Professionale Comunale sono sono forniti secondo il Regolamento Comunale

 

Procedimenti attivati dal Servizio Sociale su istanza del cittadino:

 

Procedimento

Descrizione

Modulistica/note

Erogazione contributi economici (L.R. 23/2005)

Il contributo economico viene erogato sulla base della valutazione della situazione di bisogno vissuta dall’utente effettuata dall’Assistente Sociale, in base ai livelli economici del minimo vitale stabiliti annualmente dalla Direzione Generale delle Politiche Sociali. Il contributo economico può essere straordinario (una tantum) o continuativo.

La modulistica viene rilasciata dall’Assistente Sociale a seguito di colloquio professionale

Inserimento nei programmi di azioni di contrasto alla povertà

I programmi di azioni di contrasto alla povertà vengono finanziati annualmente dalla Regione Autonoma della Sardegna e comprendono tre diverse linee di intervento: a) contribuzione economica; b) rimborso spese gestione familiare; c) Servizio Civico Comunale.

Si accede ai benefici mediante bando pubblico.

La modulistica è disponibile in base ai Bandi che vengono periodicamente pubblicati. Si rimanda alla sezione Albo Pretorio – Avvisi del Comune di Tuili

C.D. Leggi di Settore, prestazioni in favore di particolari categorie di cittadini affetti da determinate patologie

La Regione Autonoma della Sardegna, attraverso gli uffici comunali, garantisce un contributo economico ai cittadini affetti da particolari patologie. Per poter ottenere il rimborso delle spese effettuate per i viaggi presso un comune diverso da quello di residenza, e per ottenere l’assegno mensile, è necessario presentare la documentazione sanitaria attestante la patologia di riferimento e la documentazione reddituale aggiornata. I contributi vengono erogati a parziale rimborso delle spese effettuate in base a precisi limiti reddituali.

Link utili e normativa:

·         Talassemici, emofilici, emolinfopatici. L.R. 27/83

·          Nefropatici: L.R. 11/85

·          Affetti da neoplasia maligna. L.R. 9/04

·          Trapiantati di fegato, cuore, pancreas. L.R. 12/2011 art. 18, comma 3

·          Cittadini affetti da patologie psichiatriche. L.R. 20/97 - Procedimenti R.A.S.

 

·          Benefici L.R. 9/04  persone affette da neoplasia maligna) - Modulo richiesta ;

·          Benefici L.R. 27/83 (Cittadini emofiliaci, emolinfopatici etc.) - Modulo richiesta;

·          Benefici L.R. 11/85 (Cittadini nefropatici) - Modulo richiesta;

·          Benefici L.R. 12/11 (Cittadini trapiantati di fegato, cuore, pancreas) - Modulo richiesta;

·          Benefici L.R. 20/97 (Cittadini affetti da patologie psichiatriche) - Modulo richiesta;

·          Certificato ASL Specialistico

 

  • Servizio Telesoccorso e Teleassistanza

Il servizio consiste nella installazione presso il domicilio del richiedente di una apparecchiatura in grado di inviare chiamate a numeri prestabiliti in caso d’emergenza. Per poter attivare il servizio è necessario disporre di una linea telefonica fissa.

E’ prevista una quota di compartecipazione dell’utenza in base al reddito, secondo i limiti del minimo vitale individuati annualmente dalla Direzione Generale delle Politiche Sociali.

Modulo attivazione servizio

 

Modulo rinuncia

 

 

Servizio Assistenza Domiciliare

Il servizio consiste:

a) PRIORITARIAMENTE nel rimborso delle spese sostenute ai sensi dell'art. 20 del Regolamento Comunale per i Servizi Sociali;

b), in alternativa, e solo su precisa disposizione del Servizio Sociale, nella predisposizione di un piano assistenziale di sostegno alla persona. Le attività svolte dagli operatori incaricati sono di assistenza alla persona (OSS) ed assistenza generica. In questo caso è prevista una quota di compartecipazione dell’utenza in base al reddito, secondo i limiti del minimo vitale individuati annualmente dalla Direzione Generale delle Politiche Sociali.


Bando aperto

 



Modulo attivazione servizio

Modulo rinuncia servizio 

Contributi per gli immigrati di ritorno (L.R. 7/91)

La Regione Autonoma della Sardegna concede, tramite gli uffici comunali, un contributo ai sardi emigrati che ritornano a vivere in Sardegna.

I requisiti e le modalità sono stabilite dalla L.R. 7/91.

Modulo richiesta contributo

Contributi per abbattimento spesa affitto (L. 431/98)

Per ottenere il contributo (relativo all’anno per il quale si presenta la domanda) è necessario essere titolari di un contratto di affitto regolarmente registrato ed avere un impatto dell’affitto sul reddito superiore al 14% o al 24% in base al reddito del nucleo familiare.

La modulistica è disponibile in base ai Bandi che vengono periodicamente pubblicati. Si rimanda alla sezione Albo Pretorio – Avvisi del Comune di Tuili

Contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche (L. 13/89)

Il contributo viene erogato a parziale rimborso delle spese effettuate per l’adeguamento della propria abitazione secondo la normativa vigente. Le domande devono essere effettuate entro il 1 marzo di ogni anno ed i lavori, all’atto della domanda, non devono ancora essere stati realizzati.

Modulo richiesta

Progetti Personalizzati ai sensi della L. 162/98

La Regione Autonoma della Sardegna, per tramite degli uffici comunali, eroga un finanziamento per la realizzazione di progetti di assistenza alla persona individualizzati. Ogni anno la R.A.S. stabilisce i parametri per la presentazione delle domande ed i criteri di ammissione al beneficio.

La modulistica è disponibile in base ai Bandi che vengono periodicamente pubblicati. Si rimanda alla sezione Albo Pretorio – Avvisi del Comune di Tuili

Progetti Personalizzati Ritornare a Casa (L.R. 4/2006 art. 17)

La Regione Autonoma della Sardegna, per tramite degli uffici comunali, eroga un finanziamento per la realizzazione di progetti di assistenza alla persona individualizzati. Possono accedere al beneficio solo i richiedenti che si trovano in situazione di livello assistenziale molto elevato e che siano: a) stati dimessi da una struttura residenziale dopo un inserimento di almeno dodici mesi; b) affetti da demenza grave con CDR 5; c) nella fase terminale della vita; d) in respirazione assistita; e) affetti da patologie degenerative gravi (SLA).

Il progetto viene redatto dal Comune, dalla ASL e dalla famiglia ed inviato alla RAS per la richiesta di finanziamento.

Modulo Richiesta

Assegno per il nucleo familiare

Il Comune, in base alla richiesta presentata tramite un patronato, e previa verifica delle condizioni (avere a carico almeno tre figli minori e non superare un determinato reddito annualmente stabilito a livello ministeriale) autorizza l’erogazione del contributo tramite l’INPS. E’ necessario essere titolari di un conto corrente.

La richiesta viene presentata tramite un patronato.

Assegno di maternità

Il Comune, in base alla richiesta presentata tramite un patronato, e previa verifica delle condizioni (la nascita del figlio deve essere avvenuta entro i sei mesi precedenti la domanda, non si deve superare un determinato reddito annualmente stabilito a livello ministeriale, non si deve essere titolari di un contratto di lavoro o avere diritto a contributi simili) autorizza l’erogazione del contributo tramite l’INPS. E’ necessario essere titolari di un conto corrente.

La richiesta viene presentata tramite un patronato.

 

COMUNITA' INTEGRATA PER ANZIANI "MARIA PITZALIS": ZONA PASCASI SNC - TEL. 070/9364077 - GESTIONE AFFIDATA ALLA COOPERATIVA SOCIALE ADI2009

Aggiornato il: 9 giugno 2015
|